Buongiorno, scrivo questa lettera perché sono rimasta dolorosamente colpita dal’ apprendere di quel ragazzino che nei giorni scorsi ha tentato il suicidio perché vittima di atti di bullismo.

Ho 57 anni, sono mamma e nonna, ed ho subito atti di bullismo per anni, dai 13 ai a17 anni, specifico non da compagni di scuola, ma da ragazzi del mio paese.

Ad oggi non comprendo ancora cosa possa avere spinto dei ragazzini di una frazione della prima periferia di Mantova, nella quale abitavo, ad accanirsi così tanto nei miei confronti: perché ero molto timida? Perché avevo un carattere sensibile e sempre più provato ed indebolito dalle loro offese? Perché non ero “bella”?

Il bullismo ti porta a chiuderti in te stesso, a non alzare mai lo sguardo, a rifiutare le occasioni conviviali, a convincerti che sei una nullità; l’unica arma che avevo era cercare disperatamente di evitare quei ragazzi.

Mi chiedo se queste persone, oggi adulte, padri e nonni, abbiano capito quanto male si può fare ad una persona, quanto le parole, le prese in giro possano ferire indelebilmente e per cosa?

Dove è il divertimento dei bulli? Quale la loro realizzazione? Noi genitori possiamo capire ed intervenire?

Certamente! Questo è il messaggio che vorrei lanciare con questa lettera: genitori insegnate ai vostri figli fin da piccoli che non bisogna prendere in giro nessuno, abituandoli ad accettare gli altri, con le loro diversità, pregi, difetti e ad aiutare l’amico in difficoltà.

Parlate con i vostri figli, osservate attentamente i loro occhi, se c’è il disagio questo emerge; emerge il disagio anche di coloro che per sentirsi forti devono avere compagni apparentemente più deboli sui quali “sfogare” la propria insicurezza, il disagio di chi usa arroganza, violenza fisica e verbale per colmare una mancata autostima. Genitori cercate un aiuto esterno se vi sentite soli ed impreparati o se i dubbi vi tormentano.

Il rispetto per le altrui persone è base di una comunità, rispettare gli altri per volere bene anche a se stessi.
Grazie.

(lettera scritta alla Gazzetta di Mantova)

Vittima del bullismo
Tags: